Motoitinerario - Adolfo Mazzetti amateur photographer

ADOLFO MAZZETTI AMATEUR PHOTOGRAPHER
Vai ai contenuti

Menu principale:

Motoitinerario

REPORTAGES
E' un itinerario relativamente breve, ma ricco, anzi ricchissimo di spunti fotografici. Paesaggi dei tre laghi, monumenti, feste quando ci sono, etc. etc.  La mia idea era di fotografare il sito palafitticolo di Ledro e magari incontrare qualche troglodita ben disposto a farsi immortalare.....per poi "picchiare" verso il lago d'Idro e visitare il Forte di Valledrane.

Molina di Ledro: ricostruzione di Palafitte

La colonizzazione  della valle di Ledro  da parte di questi  costruttori di palafitte,  risale al 2200 a.C. e continua fino alla loro "scomparsa" nel 1350 a.C.. In Trentino questo periodo corrisponde alle cosiddette età del Rame e del Bronzo. L'ambiente circostante non era molto dissimile da quello attuale, (senza strade ed alberghi ovviamente, dato che non avevano ancora assimilato il concetto di Bar e Pizzeria). Anche la fauna era più o meno come l'attuale: pecore, capre, buoi, maialini e perfino il cane. Tra i selvatici primeggiava l'orso, quindi camosci, cervi, caprioli, volpi, cinghiali. I nostri ometti però li cacciavano poco, preferivano mangiare i domestici (nel senso di animali).

La mia Triumph America al lago d'Idro

Ed eccoci finalmente arrivati al Forte di Valledrane. Da Idro si sale per una bella strada panoramica in direzione di Treviso Bresciano, ed in pochi minuti si raggiunge un piccolo parcheggio proprio in località Valledrane. Si prosegue a piedi superando l'ex sanatorio, oggi colonia per ragazzi, ed in un attimo si arriva al Forte. Quest'ultimo è in stato di abbandono, ed è un vero peccato perchè si tratta di un'opera militare di notevole spessore architettonico. Costruito nel 1908 per contrastare il forte austriaco di Lardaro (densi odori di guerra si annusavano all'orizzonte!), non fu coinvolto se non marginalmente dalla Grande Guerra.


Alcune vedute del forte, dentro e fuori.


Fine
Torna ai contenuti | Torna al menu